Migrare

Questa storia di vivere toujour in bilico
dentro case di sabbia su mari in tempesta
ci rende tout court nient’altro che esseri
viventi sì, ma come i mari in tempesta,
come i fiumi, in continuo divenire,
come la sabbia, eterogenei e mobili.

Contaminarsi, l’abbiamo capito,
non è termine negativo per chi viaggia.
E ripetere le stesse cose è riesumare
tabù abbattuti per riabbatterli.
I pregiudizi eterni vanno distrutti.

Non nuoce a nessuno, ma forse rammenta.
Un cuore diramato non lo abbracci per intero
se non scendi dal tuo piedistallo:
esser nato dalla giusta parte del mondo.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...